Juventus Serie A Serie A

Statistiche a Confronto tra Juventus di Pirlo e Sarri

Leggi l’articolo aggiornato sulle statistiche della Juventus di Pirlo

Visto il momento complicato della Juventus, che non sta brillando particolarmente in questo avvio di campionato, diamo un’occhiata a qualche numero. I numeri e le statistiche delle squadre di Serie A non mentono mai. Ci raccontano quello che a volte ci sfugge semplicemente guardando le partite di calcio allo stadio o a casa in televisione.

Facciamo un Confronto

In particolare andiamo a mettere a confronto le statistiche della Juventus di Pirlo e quella di Sarri per capire cosa è cambiato. Ho preso in considerazione il dato aggregato delle prime 8 partite disputate quest’anno in Serie A confrontandole con le statistiche delle prime 8 della scorsa stagione. Sebbene si siano giocate 9 giornate di Serie A la Juventus ne ha giocate solo 8 escludendo la vittoria a tavolino contro il Napoli. Nei dati ovviamente non ho incluso i gol assegnati a tavolino.

La Juventus Che gioca nell'Allianz Stadium di Torino la Serie A
La Juventus Che gioca nell’Allianz Stadium di Torino la Serie A

I Dati A Confronto.

Tutti i dati riportati nella tabella sono da intendersi per partita. Quindi quando parliamo di tiri totali, sono i tiri totali medi per partita.

 

Pirlo

Sarri

Possesso Palla58%56%
Tiri Totali13,3810,63
Tiri Fuori5,503,38
Tiri in Porta5,887,25
T. Porta da Area4,755,00
T. Porta Fuori Area1,132,25
Gol Segnati1,881,88
Gol Subiti0,880,88
Passaggi Riusciti541,38505,75
Precisione Passaggi89%87%
Attacchi Centrali13,508,25
Attacchi Destra10,7518,38
Attacchi Sinistra11,5024,13
Ammonizioni1,632,38
Doppie Ammonizioni0,130,00
Espulsioni0,250,00
Falli Commessi11,8813,38
Falli Subiti12,8813,88
Fuorigioco Causati1,382,13
Pali0,750,38

Cosa è Cambiato?

Lasciando da parte simpatie ed antipatie per l’uno o l’altro allenatore i dati ci dicono che dallo scorso anno molti indicatori (ad eccezione della precisione dei passaggi e possesso palla) sono peggiorati. Ad esempio sono aumentati i tiri totali della Juventus ma è peggiorata la precisione dei tiri.

Lo scorso anno nelle prime otto partite di Serie A le statistiche della Juventus ci dicono che erano nello specchio della porta il 68% dei tiri, mentre quest’anno si è scesi al 44%. Di conseguenza la squadra quest’anno impiega più tentativi per arrivare in gol.

Mentre lo scorso anno la Juventus di Sarri nelle prime 8 impiegava 5,66 tiri complessivi per arrivare al gol, quest’anno questo valore è salito a 7,13.

Campo da Allenamento di Calcio di Serie A

Quel che è cambiato sono i marcatori e il numero di marcatori. Lo scorso anno i gol segnati erano, come quest’anno, 15 da 7 marcatori diversi. Quest’anno i marcatori sono 5 e di questi 15, 11 sono stati segnati dalla coppia Cristiano Ronaldo.

Meno Ammonizioni Più Rossi

Tra i fattori positivi a favore della squadra di Pirlo c’è il numero inferiore di ammonizioni a partita subite. Si è scesi dalle 2,38 ammonizioni medie del 19/20 all’1,63. Tuttavia questo dato positivo non appare più tale quando si tengono in considerazioni le espulsioni per rosso diretto e doppio giallo. Lo scorso anno dopo 8 giornate erano state 0 mentre quest’anno sono state 2 le espulsioni per rosso diretto e 1 per somma di ammonizioni.

Segno che la squadra potrebbe non ancora essere a suo agio con i dettami del nuovo tecnico e che possa anche avere un eccessivo nervosismo durante lo svolgimento delle partite.

Più Possesso Ma Troppi Attacchi Centrali

A favore di Pirlo sono anche i dati relativi al possesso palla, numero di passaggi e precisione dei passaggi. Il che tradotto vuol dire che la squadra di Pirlo fa un maggiore uso di passaggi corti e fraseggi in impostazione. Tuttavia stiamo parlando di valori molto simili a quelli delle statistiche della Juventus di Sarri di inizio scorso anno.

Un dato che è cambiato significativamente è come sono distribuiti gli attacchi per zone del campo. Quest’anno la Juventus molto di più centralmente quasi dimezzando l’utilizzo delle fasce laterali. È qui che c’è molto da migliorare per Pirlo e i suoi giocatori. È impensabile pensare di riuscire a sfondare esclusivamente nella zona centrale del campo soprattutto con la rosa a disposizione e con la maggior parte degli avversari in Serie A che vanno a creare una alta densità di difendenti proprio in quella zona di campo.

Questo articolo non ha assolutamente lo scopo di andare contro uno dei due allenatori. Il mio scopo era solo quello di vedere quali fossero le differenze solo guardando i numeri tra le due squadre nelle prime otto partite di campionato. Fatemi sapere le vostre opinioni e se vorreste vedere questo tipo di confronto fatto su altre squadre, e quali.

Info Sull'Autore

Alex

Da sempre un appassionato di calcio, in particolare di Serie A. Sono stato un arbitro di calcio a livello regionale per 3 anni, sviluppando una visione più asettica e imparziale del calcio. Da 5 anni ormai scrivo su Letestedicalcio.it aggiornando curiosità, dati e analisi di partite.