Serie A Serie A

Cosa è Successo nell’8^ Giornata di Serie A 2021/2022

L’ottava giornata di Serie A è, come ogni turno di ritorno dalla sosta per le nazionali, una trappola per molte squadre. Alcune squadre che hanno avuto pochi giocatori in nazionale hanno perso il ritmo partita, altre che ne hanno avuti tanti si ritrovano con giocatori stanchi o giù di tono.

Oltre a questo alcuni scontri particolarmente competitivi facevano dell’8^ giornata di Serie A 2021/2022 un turno di particolare interesse.

I Risultati dell’8^ Giornata di Serie A 2021/2022

Lo Spezia Ribalta La Salernitana Nell’Anticipo di Serie A

Siamo partiti subito con una partita ad elevata importanza per gli equilibri della classifica della Serie A 2021/2022. In particolare per gli equilibri della zona retrocessione, dato che si affrontavano Spezia e Salernitana.

Nonostante ci troviamo solo all’ottava giornata di campionato non possiamo non definire questa partita un vero e proprio scontro salvezza. Infatti la squadra capace di mettere le mani sui tre punti si assicurava di lasciare le ultime tre posizioni, almeno per una settimana.

Parlando più nello specifico della partita, il primo tempo è stato molto equilibrato con le due squadre che hanno attaccato a strappi, mai con continuità. Due grandi occasioni hanno contraddistinto la prima frazione, una sciupata l’altra messa a segno. La traversa colpita a due passi dalla porta, di testa, da Salcedo e il gol a tu per tu con Provedel di Simy, hanno portato a termine il primo tempo con gli ospiti in vantaggio.

Nel secondo tempo però, si è vista in campo una sola squadra, lo Spezia. Thiago Motta è stato bravo a motivare i propri giocatori e ad apportare i cambi giusti alla formazione. Tanto che sono bastati solo 6 Minuti per trovare il pareggio con Strelec.

Da quel momento in poi il dominio è stato chiaro ed evidente. Poco da dire lo Spezia ha meritato pienamente di vincere la partita con il bellissimo gol a giro da fuori area di Kovalenko.

Il Commento di Spezia Salernitana 8^ Giornata di Serie A 2021/2022

Il Grande Difetto della Salernitana

Con questa vittoria, Thiago Motta toglie le castagne dal fuoco e mette nei guai Castori. Nella Salernitana c’è qualcosa che non va nella tenuta mentale, soprattutto nei secondi tempi. Anche oggi entrambi i gol sono stati subiti nel secondo tempo.

Fino ad ora la Salernitana ha subito 17 gol di cui 14 nei secondi tempi (82%). È impossibile pensare alla salvezza se non si riesce sistematicamente a tenere mentalmente. Castori se sarà riconfermato, oppure il nuovo allenatore, dovrà trovare rimedio a questo difetto ormai conclamato.

Gol Subiti dalla Salernitana all'8^ Giornata

L’Inter Affonda Contro Una Brutta Lazio

Difficile affermare che in questo momento esista la Lazio di Sarri. Quella vista in contro l’Inter, come in questo avvio di stagione fatta eccezione con il derby, somiglia molto alla Juventus di Sarri. Una squadra che non è ne carne ne pesce.

La mia sensazione è che difficilmente la Lazio avrebbe vinto la partita senza una serie di episodi favorevoli che si sono concatenati in questa partita. Il merito della Lazio è stato quello di rimanere in partita e non mollare in nessun momento.

Dall’altra parte c’è un’Inter con diversi demeriti. Ottimo l’approccio alla partita della squadra di Inzaghi, molto peggio invece nella capacità di chiudere la stessa partita. I nerazzurri hanno avuto più volte l’occasione di chiudere la partita senza poi farlo. Questo ha lasciato la finestra aperta al recupero dei biancocelesti.

Pessima invece la gestione emotiva da parte dell’Inter del post episodio che ha portato al gol del 2-1 siglato da Felipe Anderson, una grande squadra dovrebbe saper gestire questi momenti.

Questo ci porta a commentare l’episodio più controverso della partita, il gol del 2-1 della Lazio. Io non comprendo e non accetto neanche l’idea che vuole che la Lazio avrebbe dovuto fermarsi o buttare fuori palla dopo che l’Inter ha concluso la propria azione.

La decisione di interrompere il gioco spetta all’arbitro, finché il direttore di gara non fischia il gioco, per come vedo io il calcio, non si deve interrompere. Non amo guardare ai campionati estere, tantomeno alla Premier League, ma in Inghilterra si sarebbe giocato tranquillamente senza tutte queste polemiche. La Lazio ha giocato, come lo ha fatto la Lazio ed è tutto regolare.

Ricapitolando credo che la l’Inter ha person contro una Lazio tutt’altro che irresistibile, una sconfitta che permette alcune inseguitrici di avvicinarsi.

Stadio Olimpico di Lazio Inter 8^ Giornata di Serie A 2021/2022

Milan Più Forte delle Assenze

Il Milan in questa ottava giornata ha dimostrato ancora una volta di avere un atteggiamento da grande squadra. Infatti, nonostante le assenze e il doppio svantaggio dopo appena 25 minuti, la squadra di Pioli non ha perso la testa ed è riuscita a portare a casa i tre punti.

In due cose è stata molto brava la squadra rossonera. La prima, la gestione delle energie. Il Verona con il proprio gioco ad alta intensità con marcature a uomo su tutta l’ampiezza del campo ha si portato in vantaggio la squadra scaligera ma ha anche portato via molte energie. Il Milan ha, in modo intelligente, aspettato che passasse la tempesta per poi impostare il proprio gioco. Nel secondo tempo con il calare degli avversari i rossoneri sono usciti alla distanza.

La seconda cosa in cui è stata brava la squadra rossonera, è stata il fatto di riuscire ad inserire le riserve nel proprio sistema di gioco senza doverlo snaturare. Questo ha fatto si che la squadra sapesse sempre cosa fare con il pallone anche se gli interpreti erano diversi dal solito.

Il Verona invece non ha gestito al meglio le proprie energie. L’approccio è stato quello giusto, ma dopo 25 minuti ad avanti tutta sarebbe stato il caso di rifiatare un po’ di più per non arrivare completamente scoppiati nel secondo tempo.

I gialloblu nel secondo tempo sono entrati troppo remissivi perché non ne avevano più fisicamente. Sono poi scomparsi dal campo dopo il gol di Giroud che ha portato il risultato sul 2-1. Tudor a mio parere deve rivedere il proprio piano partita, dato che la squadra senza dubbio è migliorata dal suo arrivo ma spesso si perde nei finali di partita.

Infortunio Maignan Crisi Portieri Milan

Cagliari Si Sblocca la Sampdoria Affonda

Una partita fondamentale per le due squadre. Entrambe sono state, finora, protagoniste di due avvii di stagione non esattamente esaltanti. Da una parte il Cagliari ancora a secco di vittorie, dall’altra la Sampdoria mai veramente convincente, con soli 6 punti all’attivo.

Nonostante la Sampdoria abbia avuto le proprie occasioni per trovare il gol, i blucerchiati si sono trovati sempre a dover rincorrere il risultato. Le occasioni da gol avute sono state tutte per ritrovare il pareggio, mai per andare in vantaggio.

Il chiaro padrone della partita è stato il Cagliari di Mazzarri. Sembra chiaro che la sosta sia arrivato proprio nel momento migliore per il nuovo tecnico degli isolani. Le due settimane di lavoro hanno permesso di rimettere apposto diverse cose in campo e di fare un reset mentale.

Convincente la gara della coppia d’attacco Joao Pedro-Keita, che già prima della sosta avevano dato segnali di buona intesa. La vittoria porta il Cagliari a raggiungere la Sampdoria a 6 punti, quindi ancora non fuori dalla zona retrocessione, ma è senza dubbio un boost in autostima e toglie quell’orribile 0 dalla casella delle vittorie.

Per la Sampdoria, ma soprattutto per D’Aversa, rischia di essere una sconfitta pesantissima. Inoltre le parole dell’allenatore nel post partita non lasciano presagire nulla di buono, danno solo la sensazione che non abbia il pieno controllo sulle menti dei giocatori. Non escludo assolutamente che ci siano novità per quanto riguarda la panchina della Sampdoria oppure che arrivino ultimatum in vista della prossima partita contro lo Spezia.

Atalanta Torna a Correre in Serie A

Anche per l’Atalanta la sosta è arrivata nel momento giusto per permettere di ricaricare le pile dopo un ciclo di partite non semplicissimo che ha anche visto la dea subire diversi infortuni pesanti, come quello di Pessina e Gosens.

La vittoria contro l’Empoli, con primo gol stagionale di Ilicic, permette ai bergamaschi di ritrovare la via della vittoria e riavvicinare quantomeno l’Inter in classifica in attesa degli altri risultati di giornata.

Tuttavia non è stato un ritorno in campo del tutto dolce. La nota amara è l’ennesimo infortunio in rosa, stavolta tocca a Toloi. Il capitano degli orobici ha lasciato il campo presumibilmente per un problema muscolare. Le sue condizioni andranno valutate attentamente poiché sono molti gli impegni che attendono i nerazzurri nelle prossime settimane. Fare a meno anche di Toloi, dopo la notizia dell’infortunio di Djimsiti, vorrebbe dover fare affidamento su Lovato forse anche per le partite di Champions League.

Per l’Empoli una sconfitta che è nell’ordine delle cose, non sono queste le partite in cui deve fare punti la squadra toscana. Certamente daranno un po’ fastidio ad Andreazzoli i 4 gol subiti, ma ci sarà modo di rifarsi la prossima settimana contro la Salernitana nell’anticipo della 9^ di Serie A.

1 Punto Guadagnato da Genoa e Udinese 2 Persi da Sassuolo e Bologna

Le altre due partite delle 15 dell’8^ giornata di Serie A hanno seguito uno spartito simile. Le due partite sono finite in parità con una squadra sicuramente più contenta dell’altra del risultato.

In Genoa Sassuolo, il Sassuolo è stata la forza dominante della partita ma non è riuscita a tenere sotto il proprio controllo il risultato. Portata il risultato sullo 0-2 a proprio favore, la squadra di Dionisi ha leggermente calato la concentrazione, permettendo di trovare il gol che ha ridato animo al Genoa. Nel secondo tempo invece ha fallito nel trovare il gol che chiudesse la partita e negli ultimi minuti ha prestato più attenzione a non subire il gol che a farlo.

Il Genoa con questo pareggio forse salva la panchina di Ballardini per un’altra settimana, ma senza una vittoria presto temo che potrebbe non durare ancora a lungo la sua avventura in rossoblu. La prossima giornata sarà una prova decisiva e più alla portata del grifone, contro il Torino.

L’altra partita delle 15 di Serie A, Udinese Bologna, vede i friulani essere più soddisfatti del pareggio rispetto agli emiliani. Il Bologna di Mihajlovic ha giocato gran parte della gara in superiorità numerica, anche se a guardare la partita spesso non sembrava esserlo, ha trovato il gol del vantaggio ma non è riuscito a vincere la partita.

L’Udinese mettendo in mostra una solidità mentale invidiabile ed ottima qualità individuale è riuscito a ribattere colpo su colpo, non dandosi mai per vinta. Tanto che all’87’ ha trovato il gol del pareggio.

Ci sono state molte proteste per una presunto blocco sul portiere del Bologna in occasione del gol del pareggio di Beto, ecco la mia opinione. Io sono d’accordo con Abisso nel non fischiare fallo e convalidare il gol. Becao, sebbene dia sguardo a dove sia Skorupski, rimane immobile non facendo nulla per bloccare il portiere del Bologna, che calcola male l’uscita, non arriva sul pallone che viene spinto in porta da Beto. A mio parere tutto regolare.

Napoli Si Tiene La Testa della Serie A

Continua il percorso perfetto della squadra di Luciano Spalletti in questa Serie A 2021/2022. Nonostante sia stata una vittoria più faticata delle precedenti i partenopei sono riusciti a portare a casa i 3 punti che vogliono dire primato solitario in classifica.

Appuntamento ora alla prossima giornata in cui ci sarà una nuova verifica per le ambizioni stagionali degli azzurri. Infatti il Napoli è atteso dalla complessa trasferta sul campo della Roma che sarà alla ricerca di riscatto dopo la sconfitta subita in casa della Juventus.

Per il Torino ancora una volta una più che buona prestazione che però non si traduce in punti. Come contro la Juventus i granata non hanno assolutamente fatto brutta figura ma tornano a casa con un pugno di mosche. Ottimo che la squadra si comporti bene in campo ma serve anche di fare punti. Buon per il Toro la prossima è contro una squadra contro cui dovrebbe avere i favori del pronostico, il Genoa.

Juventus Sempre Più Convincente, Roma Vecchi Difetti

Il posticipo della domenica di Serie A ci ha proposto Juventus Roma. Una partita di vitale importanza per i bianconeri, ma altrettanto importante per i giallorossi di Mourinho.

Il risultato di 1-0 in favore dei bianconeri ci dice due cose:

  1. Sta tornando la Juventus di Allegri, quella solida in difesa e cinica in attacco. Gli ultimi risultati hanno dato una iniezione di autostima oltre ad aver permesso di scalare posizioni in classifica.
  2. La Roma ancora deve mettersi alle spalle il principale difetto della gestione Fonseca. Neanche ieri sera, come nel derby, i giallorossi sono riusciti a trovare la vittoria in uno scontro diretto contro una grande del campionato. Un problema che sembra essere in via di risoluzione con la cura Mourinho, ma ancora non del tutto.

Per fortuna della Roma, già la prossima giornata propone un nuovo scontro diretto che permetterà alla squadra di Mourinho di tentare di sfatare questo tabu degli ultimi anni. Per la Juventus invece la prossima giornata è importante tanto quanto quella appena conclusa per alimentare speranze di gloria serve una vittoria, o perlomeno non perdere, in casa dell’Inter campione in carica.

Info Sull'Autore

Alex

Da sempre un appassionato di calcio, in particolare di Serie A. Sono stato un arbitro di calcio a livello regionale per 3 anni, sviluppando una visione più asettica e imparziale del calcio. Da 5 anni ormai scrivo su Letestedicalcio.it aggiornando curiosità, dati e analisi di partite.