Calcio Estero Calcio Estero

Chi Sono I Proprietari del Manchester City?

Chi sono i proprietari del Manchester City? Quali sono le figure che hanno portato un club modesto dalla mediocrità ad essere tra i più importanti d’europa? Parleremo anche di come il City Football Group, la compagnia madre del Manchester City, sia diventata la prima multinazionale del calcio.

  1. Chi è il proprietario del Manchester City?
  2. I Motivi dell’Acquisto
  3. Cos’è il City Football Group?
  4. Quali Sono I Vantaggi della Struttura del City Football Group?
  5. Per Approfondire sul Proprietario del Manchester City

Chi È il Proprietario del Manchester City?

In breve la risposta è lo sceicco Mansur bin Zayd Al Nahyan. Mansur fa parte della famiglia reale di Abu-Dhabi negli Emirati Arabi Uniti. Inoltre, ricopre il ruolo di vice primo ministro degli Emirati ma a tutti gli effetti è lui che guida il paese medio-orientale.

Mansur bin Zayd Al Nahyan, il proprietario del Manchester City, ha 51 anni con un patrimonio stimato attorno ai 21 Miliardi di dollari.

Per coloro che non hanno grandi conoscenze degli Emirati Arabi Uniti, si tratta di un paese composto da 6 Emirati:

  • Ras al Khaimah
  • Ajman
  • Sharjah
  • Fujairah
  • Dubai
  • Abu Dhabi

Quest’ultimo oltre a ricoprire il ruolo di capitale della nazione è anche tra i 6 l’emirato più ricco. Questo grazie alle grandi riserve di petrolio presenti sul proprio territorio. Dubai ad esempio ha riserve molto più piccole ed in esaurimento per questo da decenni ha lavorato nel trasformare la propria economia da petrolio-centrica a turismo-centrica.

Mansour ha acquistato il Manchester City nel 2008 dall’ex primo ministro Thailandese Shinawatra. Shinawatra era stato costretto a vendere il club in seguito ad uno scandalo politico in patria che ha portato al congelamento di tutti i suoi conti correnti e all’esilio in Regno Unito.

Chi è il proprietario del Manchester City?

I Motivi dell’Acquisto del Manchester City

Come detto precedentemente, Dubai ha lavorato duro per far si che le proprie entrate arrivassero principalmente dal turismo e dalla propria compagnia aerea, la Emirates. Gli sforzi hanno funzionato talmente bene che in molti addirittura confondevano Dubai con gli interi Emirati Arabi Uniti.

Quindi uno dei motivi per l’acquisto del Manchester City di Mansur è stato quello di portare maggiore notorietà ad Abu Dhabi e portare concorrenza a Dubai, anche tramite l’utilizzo della allora appena nata Etihad Airways.

Un secondo motivo per l’acquisto è stato quello di migliorare la reputazione generale dell’Emirato e del paese. Gli Emirati Arabi non sono una democrazia le famiglie reali controllano il potere e non c’è totale libertà di espressione. Tra le altre cose è molto diffuso nel paese lo sfruttamento di lavoratori da paesi poveri come Bangladesh, Pakistan.

Il lavoro fatto con il Manchester City permette di portare via l’attenzione del pubblico, soprattutto in inglese, da queste problematiche sociali indirizzandolo a qualcosa di percepito come positivo.

Vista Campo dell'Etihad Stadium casa del Manchester City in Champions League

Cos’è il City Football Group?

Abbiamo accennato ad inizio articolo al City Football Group, ma cosa è di preciso? Si tratta della holding che controlla un gruppo di squadre in varie città e continenti della terra.

Questo gruppo è controllato per il 78% da Mansur che ha in mano le redini. L’istituzione del City Football Group ha portato alla creazione della prima vera e propria multinazionale del calcio. Infatti, le squadre che ne fanno parte sono:

  • Manchester City
  • New York City (Stati Uniti/MLS)
  • Melbourne City (Australia/A-League)
  • Yokohama Marinos (Giappone/J-League)
  • Montevideo City (Uruguay/Primera División)
  • Girona (Spagna/Segunda Division)
  • Sichuan Jiuniu (Cina/China League One)
  • Mumbay City (India/Indian Super League)
  • Lommel (Belgio/Division 1B)
  • Troyes (Francia/Ligue 1)

Quali Sono I Vantaggi di Questa Struttura?

Il vantaggio è quello di poter effettuare uno scouting più approfondito nei paesi in cui si trovano i club satellite. I giocatori, una volta scoperti, possono crescere e mettersi in mostra in un ambiente senza troppe pressioni a loro familiare.

Dopo un periodo di crescita e affermazione in patria i giocatori possono poi, se all’altezza, essere tesserati per un altro club del network con un livello più alto oppure anche per il Manchester City nel caso di un giocatore di primo livello.

Facciamo un esempio. Un giocatore viene scoperto in Australia al Melbourne City e lo si vuole mettere alla prova in un campionato più competitivo in Europa. Il giocatore viene quindi trasferito al Girona (in Segunda Division spagnola) oppure al Troyes (Ligue 1 Francese). Qui viene valutato in un contesto molto più vicino a quello che potrebbe trovare nel caso in cui dovesse approdare al Manchester City.

Se il giocatore viene valutato all’altezza effettuerà l’ultimo salto di qualità per arrivare all’apice della piramide del City Football Group. In molti aspetti è simile a quel che fanno RB Lipsia e Red Bull Salisburgo.

Per Approfondire sul Proprietario del Manchester City

Se desiderate approfondire ulteriormente sull’argomento vi suggerisco un libro, che purtroppo è stampato solo in inglese. Il libro si intitola “The Billionaires Club” scritto da James Montague. Una lettura molto interessante riguardo i proprietari super ricchi nel calcio moderno.

Annunci Sponsorizzati

Info Sull'Autore

Alex

Da sempre un appassionato di calcio, in particolare di Serie A. Sono stato un arbitro di calcio a livello regionale per 3 anni, sviluppando una visione più asettica e imparziale del calcio. Da 5 anni ormai scrivo su Letestedicalcio.it aggiornando curiosità, dati e analisi di partite.

Annunci Sponsorizzati