Calcio Estero Calcio Estero

Chi È il Proprietario dell’Arsenal?

L’Arsenal è senza dubbio una delle squadre più iconiche del calcio inglese. Sebbene i risultati delle ultime stagioni non sono stati entusiasmanti, è stata una delle squadre più vincenti del calcio inglese a cavallo della fine degli anni ’90 e gli inizi dei 2000.

Detto ciò approfondiamo sull’argomento principale di questo articolo, chi è il proprietario dell’Arsenal FC?

Annunci Sponsorizzati

Chi È Il Proprietario dell’Arsenal?

Attualmente il 90% delle quote della società nord-londinese è detenuto da Stan Kroenke. Kroenke è un miliardario statunitense, originario del Missouri.

Si stima che il patrimonio di Stan Kroenke sia attorno ai 10 Miliardi di Dollari rendendolo uno delle persone più facoltose del paese. Parte di questo valore deriva anche dalla ricchezza della moglie Ann, figlia del co-fondatore del gigante del GDO americana, Walmart.

La controllante delle franchigie e società sportive, la Kroenke Sports & Entertainment, gestisce un vero e proprio impero di società sportive, principalmente negli Stati Uniti.

Oltre agli investimenti nello sport sono ingenti anche quelli in progetti di costruzione della THF Realty (To Have Fun).

Emirates Stadium dalla curva dell'Arsenal

Di Quali Squadre È Proprietario Kroenke?

Come già detto, il proprietario dell’Arsenal controlla molte altre squadre appartenenti alla NFL (Football Americano), NHL (Hockey su ghiaccio), NBA, MLS (Calcio).

Per elencarne alcune:

  • Denver Nuggets (NBA)
  • Colorado Avalanche (NHL)
  • Colorado Rapids (MLS)
  • Los Angeles Rams (NFL)

È proprio la sua partecipazione in quest’ultima squadra che lo ha reso noto ai più ed una figura non particolarmente amata da molti tifosi.

Emirates Stadium Campo dell'Arsenal in Premier League

Cosa È Successo Con i Rams?

Nel 1995 Stan Kroenke ha acquistato una partecipazione del 30% negli allora Los Angeles Rams, una franchigia della NFL. Per chi non lo sapesse la peculiarità delle franchigie sportive americane è che non sono indissolubilmente legate ad un territorio. Possono quindi essere traslocate alla ricerca di condizioni economiche migliori.

Le condizioni economiche sono spesso sotto forma di stadi nuovi. Infatti, è raro che le franchigie costruiscano i propri stadi, bensì vengono costruiti dalle città che ospitano le squadre per tenerle contente ed evitare che possano trasferirsi altrove. Se le aspettative delle franchigie vengono disattese il più delle volte si procede con trasloco.

È proprio questo che è accaduto nel ’95, quando i Rams si sono traslocati da Los Angeles a Saint Louis in Missouri, terra natale di Kroenke, incentivati dalla costruzione di un impianto nuovo costruito con un sostanzioso incentivo di fondi pubblici (cosa comune negli Stati Uniti). Eventualmente Stan Kroenke ha assunto il pieno controllo dei Rams.

La gente di Saint Louis immaginava si trattasse di un mecenate del luogo che stesse portando il Missouri al centro dell’azione. Questa illusione è svanita man mano che la squadra è diventata sempre meno competitiva.

Tra il 2010 e il 2015 la città di Saint Louis è stata messa all’angolo dal miliardario senza scrupoli con un ultimatum: costruire un nuovo stadio all’avanguardia oppure vedere la squadra. Eventualmente la franchigia è stata traslocata nuovamente a Los Angeles.

Questo ha messo in cattiva luce l’attuale proprietario dell’Arsenal, sia con i tifosi dei Rams che con i tifosi dei Gunners che da sempre temono di poter in qualche modo soffrire una sorte simile.

Annunci Sponsorizzati

Info Sull'Autore

Alex

Da sempre un appassionato di calcio, in particolare di Serie A. Sono stato un arbitro di calcio a livello regionale per 3 anni, sviluppando una visione più asettica e imparziale del calcio. Da 5 anni ormai scrivo su Letestedicalcio.it aggiornando curiosità, dati e analisi di partite.

Annunci Sponsorizzati