Coppa Italia Inter Milan Serie A

Sarà Derby Milanese nei Quarti di Finale di Coppa Italia

Prima il Milan, ieri sera contro il Torino, poi l’Inter questo pomeriggio contro la Fiorentina hanno centrato la qualificazione ai quarti di finale di Coppa Italia. Non senza difficoltà però. Tutte e due le formazioni milanesi hanno dovuto giocare 120 minuti di partita per conquistare il passaggio del turno.

Tetto dello stadio di San Siro in Milano dove si è giocata Milan Torino di Coppa Italia
Tetto dello stadio di San Siro in Milano dove si è giocata Milan Torino di Coppa Italia

Quarto di Finale Milanese: InterMilan

Ai quarti di finale si incontreranno proprio queste due formazioni. Sarà quindi un derby di Milan, Inter contro Milan in partita singola ad eliminazione diretta. La posta in palio, un posto alle semifinali della Coppa Italia 2020/2021.

Stadio Meazza Casa di Inter e Milan in Serie A
Stadio Meazza Casa di Inter e Milan in Coppa Italia

Le Possibili Avversarie

La vincente tra Milan e Inter in questo quarto di finale affronterà, questa volta in doppia sfida, una tra: Juventus, Genoa, Sassuolo e SPAL.

Si tratta di un tabellone molto equilibrato su entrambi i lati quest’anno. Una Coppa Italia che ci potrebbe regalare partite molto interessanti in ogni singolo turno fino alla finale.

Campo allenamento del Cagliari di Nainggolan in Serie A

120 Minuti Che Peseranno in Serie A?

Sia Milan Inter che Milan hanno dovuto giocare due ore contro i rispettivi avversari. Se il Milan ha un impegno in Serie A più tranquillo e con un riposo lungo, lo stesso non vale per l’Inter.

La squadra di Conte dopo questa partita di Coppa Italia dovrà affrontare in campionato la Juventus, in uno scontro diretto fondamentale, con un giorno di riposo in meno rispetto al Milan. Vedremo come se la caverà la Juventus stasera perché dovesse riuscire a centrare la qualificazione più agevolmente questa mezzora di gioco in più potrebbe diventare un fattore.

Info Sull'Autore

Alex

Da sempre un appassionato di calcio, in particolare di Serie A. Sono stato un arbitro di calcio a livello regionale per 3 anni, sviluppando una visione più asettica e imparziale del calcio. Da 5 anni ormai scrivo su Letestedicalcio.it aggiornando curiosità, dati e analisi di partite.