De Ligt da Possibile Bidone a Fenomeno

De Ligt da Possibile Bidone a Fenomeno
28 Novembre 2019

Parto dicendo che non sono mai stato tra il gruppo di persone che credeva possibile che Matthijs de Ligt potesse essere un bidone. Tuttavia in molti ad inizio stagione erano sul carro dei “bidonisti”, che alle prime prestazioni non al top hanno subito criticato aspramente il diciannovenne olandese.

L’Arrivo a Torino

Partiamo da diversi mesi fa quando, in estate, è sbarcato in Italia de Ligt. Il prezzo era davvero monstre, tra le cifre più alte mai spese da parte della Juventus per un giocatore. Tutti erano stati ammaliati dalle prestazioni del giovane olandese nella scorsa Champions League. Tanto che tutti i più grandi club europei erano sulle sue tracce.

Amsterdam Arena Inside

Per una serie di eventi la scelta è ricaduta sulla Juventus che ha versato nelle casse dell’Ajax ben 85 milioni di Euro. Prezzo che ha subito messo in testa il dubbio a tutti: “peserà questa valutazione sulle sue prestazioni?”.

L’Avvio di Stagione

Come per tutti i grandi arrivi in un club anche per de Ligt alla Juventus è subito salita la smania di vederlo subito in campo. Molti sono passati rapidamente dalla delusione di vederlo in panchina per la prima contro il Parma alle critiche asprissime per la prestazione contro il Napoli.

Juventus Playing at The Allianz Stadium

Infatti tra queste due partite è avvenuto l’evento che ha cambiato improvvisamente la stagione del 4 della Juventus. L’infortunio di chiellini ha, giocoforza, catapultato il giovane difensore tra i titolari.

Le prestazioni non sono state di altissimo livello, questo va ammesso, ma neanche malvage come apostrofate da molti (anche nella stampa). Le prestazioni tecnicamente per me erano state sufficienti, non supportate da una forma fisica adeguata. È facile intuirne il perchè, basta guardare un secondo il giocatore. Matthijs de Ligt è un gigante alto 189cm per 90 Kg, va da se che per entrare in forma abbia bisogno di più tempo di giocatori più leggeri e piccoli. Inoltre è noto che la preparazione atletica utilizzata in italia è nettamente diversa da quella svolta in altri campionati europei. Molti giocatori provenienti dall’estero hanno sottolineato come ci vuole del tempo per abituarcisi, il che non ha aiutato ad accelerare il miglioramento delle prestazioni.

Da Brutto Anatroccolo a Cigno

Proprio per i motivi qui sopra elencati abbiamo assistito, man mano con il proseguio della stagione, visto migliorare le prestazioni del giocatore. Con le migliori prestazioni mostrate a cavallo di quest’ultima sosta per le nazionali, nelle partite immediatamente precedenti e successive. Ovviamente ora arrivano le tante acclamazioni da parte di tutta la stampa e molti tifosi. La verità però, è che Matthijs de Ligt è sempre stato cigno e mai brutto anatroccolo, ma i più se ne sono accorti solo ora.


Leggi Anche: