Brescia Juventus: Numeri di Una Juve Sempre Più Sarriana

Brescia Juventus: Numeri di Una Juve Sempre Più Sarriana
25 Settembre 2019

Tra passi avanti (con Atlético Madrid e Napoli) e passi indietro (con Hellas Verona e Fiorentina) sta crescendo una Juventus più… “Sarriana“.

Degli indicatori chiari di questo fatto risiedono anche nella prestazione dei bianconeri di ieri sera. Dove, seppure il risultato finale non abbia messo in evidenza uno scarto significativo tra le due squadre, la formazione di Sarri ha convinto per il proprio gioco.

Ovviamente dei problemi persistono ancora, non stiamo assolutamente dicendo che fila tutto liscio e che tutte le difficoltà nella fase difensiva siano scomparse. Ma l’evoluzione dall'”allegrismo” al “sarrismo” procede.

La Mole di Passaggi

Una volta superato lo shock del gol subito nell’avvio di partita la Juventus ha iniziato a macinare gioco infilando successioni significative di passaggi. Infatti la Juventus nell’arco dei novanta minuti di partita ha effettuato 529 passaggi riusciti con una precisione di passaggio elevatissima, che si è attestata al 90%.

Loading

Sei Soddisfatto della Nuova Juventus?

Grazie di Aver Votato
Hai Già Votato Per Questo Sondaggio
Seleziona Un'Opzione

E non si trattava di soli passaggi tra i giocatori della difesa, ma anche di passaggi rapidi e di prima tra i giocatori nella fase offensiva che ovviamente hanno un impatto maggiore sulla possibilità di creare chiare occasioni da gol. Continuando a parlare della quantità di passaggi e della precisione, non si può fare un accenno a quanti di questi passaggi sono passati da Pjanic. Il giocatore bosniaco ha effettuato più di 100 passaggi durante la partita. Questo vuol dire che il numero 5 della Juventus sta diventando il fulcro del gioco bianconero proprio come auspicato da Sarri.

Difesa in Avanti

Altro aspetto che si nota sempre di più nel modo di interpretare la partita della Juventus di Sarri, è il tentativo di recupero palla in avanti. Il mantra l’anno passato, una volta persa palla, arretrare e chiudere gli spazi davanti alla propria porta. Da quest’anno invece si aggredisce in avanti per recuperare quanto più vicino alla porta avversaria la palla e poter subito mettere nuovamente sotto pressione e in difficoltà gli avversari.

Juventus Stadium da Fuori

I recuperi durante la partita sono stati 57 (solo 34 quelli del Brescia), con il podio occupato da Leonardi Bonucci (13), Khedira (11) e Matthijs de Ligt (10).

Il Possesso Palla

Sta cambiando, ovviamente, anche il modo di occupare il campo e di tenere la palla della Juventus. Ieri il possesso palla è stato del 66% che inizia ad essere una percentuale molto “sarriana”. E anche per quel che riguarda il baricentro della squadra si sta tentando di spostarlo molto più verso la metà campo avversaria, per questo però si necessita l’abitudine dei centrali a difendere a campo aperto su cui si sta evidentemente lavorando.


Leggi Anche: