Analisi Tattica Juventus Spal 6^ Giornata Serie A

Analisi Tattica Juventus Spal 6^ Giornata Serie A
29 Settembre 2019

Le Premesse di JuventusSPAL

La Juventus arrivava a questa partita con un solo pareggio e 4 vittorie con la voglia sorpassare l’Inter anche se solo per qualche ora. La SPAL invece con una situazione totalmente opposta, una sola vittoria e 4 sconfitte.

Buffon
Matuidi
De Ligt
Bonucci
Cuadrado
Khedira
Pjanic
Rabiot
Ramsey
Ronaldo
Dybala

La Juventus per vari infortuni e defezioni per motivazioni extra-campo si è ritrovata a dover affrontare questa partita con una vera e propria emergenza in difesa. I bianconeri infatti non avevano a dispozione per questa partita neanche un terzino di ruolo.

La SPAL invece dal canto suo aveva la necessità di smuovere la classifica. Ci troviamo in una situazione leggermente anomala in Serie A, dove dopo 5 giornate tutte le squadre hanno centrato già almeno una vittoria. Questo vuol dire che con i loro tre punti i ferrarini si ritrovano all’ultimo posto in classifica.

Berisha
Tomovic
Vicari
Igor
Sala
Murgia
Valdifiori
Missiroli
Reca
Petagna
Moncini

Analisi della Partita

La partita è iniziata con ritmi abbastanza blandi, con nessuna delle due squadre che ha forzato per aumentarli. La SPAL non aveva alcuna intenzione di farlo perché, con i ritmi così bassi, riusciva a coprire al meglio tutti gli spazi non concedendo nulla agli avversari. La Juventus sembrava non avere avuto l’approccio migliore alla partita ed ha impiegato del tempo per prendere le misure agli avversari.

Per i primi 40 minuti della partita la Juventus ha tentato esclusivamente attacchi centrali, che con la difesa a 5 schierata della SPAL rimbalzavano in ogni tentativo. Per di più le due punte arretravano molto avvicinandosi ai centrocampisti per cercare spazi. Questo però lasciava l’area priva di attaccanti in molti frangenti del primo tempo, che lasciava anche senza preoccupazioni i difensori avversari che potevano coprire senza particolari patemi d’animo.

Attacco Juve Pre 40'

È ovviamente mancato l’apporto del terzino sinistro, che in questa partita era Matuidi, ed ha mostrato di ovviamente non avere i tempi di inserimento ed i movimenti che un terzino deve avere. È mancato nelle sovrapposizioni molte volte non dando la possibilità di un passaggio facile ai centrocampisti o alle punte. Ovviamente non ne facciamo una colpa del centrocampista francese che ha coperto bene il ruolo in questa partita preoccupandosi più di non commettere errori che di spingere.

Punte Juventus Cercano Spazio

Al 35’ secondo me c’è stato l’unico errore della partita dell’arbitro (e della terna). In occasione di un contropiede della Juventus che parte dai piedi di Cristiano Ronaldo, il numero 7 della Juventus viene e bloccato da Valdifiori che si disinteressa completamente del pallone. Piccinini fa correttamente continuare l’azione, alla conclusione della stessa però non estrae il cartellino giallo per il giocatore spallino.

Secondo Fallo Su Ronaldo Juventus Spal

Dal 40’ minuto in poi la partita è cambiata. È stato come se i bianconeri avessero attaccato la spina solo in questo momento della partita. La Juventus inizia a macinare gioco ed oltre a cercare di sfondare centralmente inizia a cercare anche di aggirare la difesa avversaria.

Attacchi Sulle Fasce della Juventus

Infatti al 43’ si allarga sulla destra Ronaldo che punta la difesa, dando il tempo ai suoi centrocampisti di inserirsi. Ramsey fa esattamente questo deviando il cross del numero 7 a colpo sicuro, che però viene respinto da un grande intervento di Berisha. Berisha che da qui in poi impedirà che il passivo finale diventi davvero pesante per la SPAL.

Secondo Attacchi sulle Fasce Juventus contro la Spal

Due minuti dopo arriva il gol. La Juventus insiste nel tentare di aggirare la difesa della SPAL, questa volta sulla fascia sinistra con Matuidi. Il francese arriva sul fondo è mette un pallone interessante in area che, essendo a metà via tra i difensori e il portiere crea delle difficoltà. Berisha interviene respingendo il pallone in maniera non perfetta. Khedira in modo intelligente evita di calciare di prima verso la porta. Invece la mette giù e la serve a Pjanic in modo ottimale per calciare verso la porta. La conclusione del bosniaco è ben fatta ma una deviazione è decisiva perchè questa occasione si trasformi in un gol.

Primo Gol Juventus contro la Spal

Il secondo tempo inizia con un piglio totalmente diverso. La Juventus aumenta il baricentro, cercando di recuperare la palla più vicino alla porta avversaria. Sono diverse le occasioni in cui i difensori centrali bianconeri si alternano ad uscire sugli attaccanti avversari nella metà campo avversaria. Questo impedisce alla SPAL di poter costruire gioco e di rendersi pericolosa dalla parti di Buffon.

In questo fondamentale si notano grandi progressi nell’intesa tra Leonardi Bonucci e Matthijs de Ligt. I due mostrano una buona personalità, non avendo paura di difendere a campo aperto e un buono stato di forma mantenendo alta la concentrazione negli interventi in anticipo.

Anche nel secondo tempo la SPAL in avvio ha ancora molti problemi a coprire efficaciemente gli attacchi laterali della Juventus con Ronaldo sulla destra e Ramsey sulla sinistra. Il gallese è molto attento ed intelligente nella lettura della partita facendosi trovare nel m9mento giusto al posto giusto che si tratti di allargarsi sulla fascia o per uno due centrali lui c’è.

La SPAL non riuscendo a fare gioco si è dovuta accontentare (57’) di palloni lunghi dalla tre quarti lanciati verso le proprie punte che però non hanno messo in grande difficoltà la difesa della Juventus.

Il gol da i primi segnali di intesa tra Dybala e Cristiano Ronaldo, infatti l’assist è confezionato dal numero 10 che con una successione di scambi ben fatti con Bentancur e Pjanic supera il pressing di 4 giocatori avversari. Questa giocata apre una prateria per il 10 bianconero che arriva sul fondo e mette un cross al bacio per Ronaldo. CR7 schiaccia molto bene verso la porta rendendo molto difficile la parata a Berisha che riesce a toccare ma non a tenerla fuori dalla porta.

Secondo Gol Juventus contro la SPAL

Si tratta del terzo gol in campionato del portoghese, curiosamente tutti e tre i gol finora segnati, sono stati messi a segno all’Allianz Stadium.

Purtroppo abbiamo avuto poco di cui parlare riguardo la SPAL. I biancocelesti non hanno fatto registrare nessuna azione degna di nota, che abbia messo in forte difficoltà Buffon.

Il Voto dell’arbitro

L’arbitro merita un 6, nessuna decisione particolarmente difficile da prendere. Ha avuto una piccola sbavatura sulla mancata ammonizione di Valdifiori, per il resto tutto bene. Si tratta di un arbitro alle sue prime partite in Serie A, una buona partita per lui.

Il Meglio e Il Peggio

Tra i giocatori direi che meritano un applauso Pjanic da una parte e Berisha dall’altra. Il bosniaco della Juventus ha smistato ancora una volta una mole notevole di palloni ed ha avuto il merito di sbloccare la partita.

Berisha è stato protagonista con svariate parate che hanno fatto si che il passivo della SPAL non sia stato più pesante per i ragazzi di Semplici.

Da rivedere ancora la prestazione di Rabiot che ancora non convince troppo lento e compassato ancora per essere decisivo in questo gioco rapido, che Sarri sta portando la Juve a giocare.


Leggi Anche: