Conferma e Riscatto: La Seconda Giornata di Champions League

Conferma e Riscatto: La Seconda Giornata di Champions League
30 Settembre 2019

Si apre oggi la seconda giornata dei gironi di Champions League e per le squadre italiane sono chiave queste due parole: conferma e riscatto. Due squadre, entrano questo turno in cerca di conferme, su quanto di buono fatto nella prima giornata, mentre le altre due a cerca di riscatto.

Conferme

Ovviamente le squadre a ricerca di conferme sono Napoli e Juventus. Il Napoli arriva a punteggio pieno a questa partita contro i belgi del Genk. Se gli azzurri dovessero centrare i sei punti su sei potrebbero affrontare con maggiore tranquillità la doppia sfida contro il Red Bull Salisburgo per assicurarsi una conclusione di girone in tranquillità. Evitando quindi di correre i rischi corsi lo scorso anno che sono eventualmente costati l’eliminazione.

La Juventus invece non arriva da una vittoria ma da un pareggio monto, molto, convincente sul campo dell’Atlético Madrid. I bianconeri hanno giocato una delle loro migliori partite per intensità e levatura tecnica contro i colchoneros. Hanno convinto davvero, bisogna però sistemare ancora qualche aspetto, come la difesa sui calci piazzati, per poter dominare sotto tutti i punti di vista in Champions League.

Riscatto

Alla ricerca del riscatto vedo l’Inter e l’Atalanta. L’Atalanta per ovvi motivi, il 4-0 subito dalla Dinamo Zagabria in Croazia è stato un battesimo di fuoco nella massima competizione europea per Gasperini ed i suoi uomini. Ma il mio pensiero rimane lo stesso, l’Atalanta se si rimette in carreggiata subito contro lo Shakhtar Donetsk ha ancora qualche possibilità in questo girone. Serve però una prestazione da Atalanta di quelle che mette all’angolo l’avversario da subito.

Non sarà facile perché lo FC Shakhtar Donetsk, pur essendo una squadra Ucraina, ha un’anima profondamente sudamericana. Gli arancioneri hanno un reparto di scouting formidabile per il Sud America e l’est Europa dove riescono a pescare talenti del livello di Douglas Costa e Mkhitaryan.

L’Inter arriva dallo stesso risultato della Juventus nel primo turno, un pareggio. Ma come e contro quale avversaria è maturato mette l’avvio di Champions dei nerazzurri sotto una luce totalmente diversa.

L’Inter e soprattutto Conte hanno bisogno di un risultato positivo contro una superpotenza europea, come lo è il Barcellona, per scrollarsi di dosso quel luogo comune che vede il salentino bravo in Serie A ma non incisivo in Champions League.

Se i nerazzurri dovesse uscire con punti, anche solo uno, dal Camp Nou si potrebbe clamorosamente iscrivere alla corsa al primato del girone nonostante l’avvio così così.


Leggi Anche: